Available courses

E' possibile individuare in modo ampio e rigoroso i bisogni di una persona adulta con disabilità? Nei Servizi territoriali, come progettare gli interventi assistenziali ed educativi sulla base delle reali priorità dell'utente, in quel suo particolare momento di vita? E' possibile valutare, a distanza di tempo, gli esiti di quegli interventi?

Su questi interrogativi si sono confrontati decine di educatori ed operatori in un percorso triennale di ricerca e sperimentazione che ha portato alla definizione di tre strumenti operativi, basati sulla Classificazione ICF, che rappresentano una novità nel panorama della disabilità adulta.

Nello specifico si tratta di un protocollo di osservazione (ICF-ADAT) che permette di elaborare un profilo di funzionamento (ICF-ADAP) grazie ad un supporto informatico, nel quale si evidenziano i diversi bisogni della persona disabile al fine di progettare gli interventi personalizzati prescritti nei Servizi per la Disabilità Adulta (ICF-PEI).

In questa risorsa è possibile scaricare gratuitamente le versioni più recenti di tali strumenti.


valutazione-multidimensionale.jpgvalutazione-multidimensionale.jpg