Login
Main menu
sostieni_educareit

Vivere nell’incertezza. Tre incontri filosofici alla IULM

Da mercoledì 29 marzo 2017 l’Università IULM ospita tre delle voci più autorevoli dell’odierno dibattito culturale, Umberto Galimberti, Vito Mancuso e Massimo Recalcati, in un ciclo di tre incontri aperti al pubblico, dal titolo: Vivere nell’incertezza.  Incontri con i filosofi, un laboratorio di idee e riflessioni sulla società contemporanea e le sue contraddizioni, a cura di Mauro Ceruti.

Mercoledì 29 marzo inaugura il ciclo di incontri gratuiti la lectio magistralis L'uomo nell'età della tecnica di Umberto Galimberti, filosofo, sociologo e giornalista, oltre che autore di libri tradotti in molte lingue come La terra senza il male. Jung dall’inconscio al simbolo (Feltrinelli, 1984), Il tramonto dell’Occidente (Feltrinelli, 2005), I miti del nostro tempo (Feltrinelli, 2009); mercoledì 5 aprile il teologo laico e scrittore Vito Mancuso illustrerà la Dotta ignoranza, mentre mercoledì 3 maggio chiuderà gli incontri lo psicoanalista e saggista Massimo Recalcati con la lezione Al di là del sacrificio. Dialoga con loro il curatore del progetto, Mauro Ceruti, Professore ordinario di Logica e Filosofia della Scienza e Direttore del Dipartimento di Studi classici, umanistici e geografici.

Vivere nell’incertezza. Incontri con i filosofi - Viviamo in un’epoca segnata dall’incertezza. La modernità non sembra aver realizzato le promesse di una vita migliore, più libera, più armonica. L’idea di progresso, come legge ineluttabile, sta mostrando la sua fragilità: diventa più problematico delineare gli orizzonti verso i quali stiamo andando. Viviamo una condizione inquieta: la perdita di un futuro garantito può lasciare certo disorientati. Ma il disorientamento può diventare preludio di una nuova consapevolezza.

Programma:

Mauro Ceruti dialoga con:

  • Umberto Galimberti, mercoledì 29 marzo ore 17.30, L'uomo nell'età della tecnica
  • Vito Mancuso, mercoledì 5 aprile ore 17.30, Dotta ignoranza
  • Massimo Recalcati, mercoledì 3 maggio ore 17.30, Al di là del sacrificio

Gli incontri si svolgono presso l’Auditorium dello IULM Open Space (IULM 6) in Via Carlo Bo 7, dalle ore 17.30. L’ingresso è libero, previa iscrizione online:

http://www.iulm.it/forms/anon/org/app/e446bd6e-90fc-417f-895d-21f6d4c23d25/launch/index.html?form=F_Modulo1

Biografia relatori 

http://www.iulm.it/wps/wcm/connect/29c82f804d5fd4d694c7dc15994be7d8/FILOSOFI.jpg?MOD=AJPERES&CACHEID=29c82f804d5fd4d694c7dc15994be7d8

Filosofo. Ha insegnato Filosofia della Storia all’Università Ca Foscari di Venezia. Dal 1985 è membro ordinario dell’International Association for Analytical Psychology.
Fra le sue opere più importanti, tradotte in molte lingue: Il corpo (Feltrinelli, 1983); La terra senza il male. Jung dall’inconscio al simbolo (Feltrinelli, 1984); Psiche e techne. L’uomo nell’età della tecnica (Feltrinelli, 1999); Orme del sacro (Feltrinelli, 2000); Il tramonto dell’Occidente (Feltrinelli, 2005); La casa di psiche. Dalla psicoanalisi alla consulenza filosofica (Feltrinelli, 2006); L’ospite inquietante. Il nichilismo e i giovani (Feltrinelli, 2007); Il segreto della domanda. Intorno alle cose umane e divine (Apogeo, 2008); I miti del nostro tempo (Feltrinelli, 2009); Il viandante della filosofia, con M. Alloni (Aliberti, 2011); Cristianesimo. La religione dal cielo vuoto (Feltrinelli, 2012). 

Vito Mancuso 

Vito Mancuso è un teologo laico. Ha insegnato presso l'Università San Raffaele di Milano e l'Università degli Studi di Padova. Il suo ultimo libro è Il coraggio di essere liberi, Garzanti 2016. Altri suoi lavori: Hegel teologo (Piemme, 1996), Il dolore innocente (Mondadori, 2002), L'anima e il suo destino (Raffaello Cortina, 2007), Io e Dio (Garzanti, 2011), Il principio passione (Garzanti, 2013), Io amo. Piccola filosofia dell’amore (Garzanti, 2014), Questa vita (Garzanti, 2015), Dio e il suo destino (Garzanti, 2015). In Germania è uscita una monografia su di lui: Essentials of Catholic Radicalism. An Introduction to the Lay Theology of Vito Mancuso, Frankfurt am Main 2011.I suoi scritti sono tradotti in più lingue. Dirige presso Garzanti «I Grandi Libri dello Spirito». 

Massimo Recalcati 

Massimo Recalcati è uno degli psicoanalisti lacaniani più noti in Italia. Insegna all’Università di Pavia e Verona. È fondatore di Jonas Onlus: centro di clinica psicoanalitica per i nuovi sintomi e direttore scientifico della Scuola di specializzazione in psicoterapia IRPA . Membro fondatore e membro analista ALIpsi. Svolge attività supervisore clinico presso diverse istituzioni sanitarie. Scrittore. Dal 2014 dirige per Feltrinelli la Collana Eredi e dal 2015 per Mimesis la collana Studi di Psicoanalisi. Collabora con diverse riviste specializzate italiane e internazionali e con le pagine culturali de La Repubblica. 

sostieni Educare.it visitando gli sponsor!

I contenuti provenienti da fonti esterne ad Educare.it sono di proprietà degli autori o editori che li hanno pubblicati.
Eventuali loghi e marchi presenti sotto varie forme in questo sito sono di proprietà dei rispettivi titolari.

I cookie sono necessari per il pieno utilizzo dei servizi offerti su Educare.it, comprese le funzionalità implementate attraverso terze parti.
Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookie.
In alternativa puoi visionare l'informativa che spiega come disattivare i cookie.