Main menu
sostieni_educareit

Amore e dipendenza patologica: i risultati di una ricerca

imgSecondo le classiche teorie comportamentiste, un comportamento può essere ripetuto e appreso a seconda delle conseguenze che esso produce (condizionamento operante). In altre parole, se la condotta incrementa il senso di benessere essa viene replicata. Nelle dipendenze patologiche si crea un meccanismo di questo genere. L’assunzione di sostanze tossiche o il ripetersi di certe condotte, come il gioco d’azzardo, crea inizialmente una sensazione fisica e psicologica estremamente positiva. Secondo gli studi basati sulle tecniche di risonanza magnetica, la dipendenza attiva, a livello cerebrale, le aree dopaminergiche, in particolar modo le aree mesencefaliche, ovvero quello che viene definito il sistema neurofisiologico delle ricompense e questo concorre a creare le basi biologiche della dipendenza stessa.

Secondo uno studio cinese - tedesco, le storie d’amore producono nei partner una forma di dipendenza. Questa dipendenza può essere positiva o negativa. È positiva, quando l’amore è corrisposto ed è inserito in una relazione matura, che valorizza entrambi i partner. Diviene negativa, nel momento in cui l’amore provato è unilaterale, come accade quando la storia finisce e uno dei due partner è ancora innamorato dell’altro, o ancora quando la passione è inserita in una relazione patologica. In questa circostanza, l’amore vissuto è inappropriato, tossico, socialmente non accettato e produce una dipendenza patologica. Gli innamorati - dipendenti patologici manifestano gli stessi vissuti e le medesime condotte che si riscontrano nelle tossicodipendenze, ovvero la tolleranza, l’astinenza, la dipendenza fisica e psicologica.

Fonte: Zhang, X., Zou, Z., Fallgatter, A., J. (2016). Editorial: Beyond reward: insights from love and addiction. Front. Psychol., 7:1776. DOI:10.3389/fpsyg.2016.01776

{fcomment

sostieni Educare.it visitando gli sponsor!

I contenuti provenienti da fonti esterne ad Educare.it sono di proprietà degli autori o editori che li hanno pubblicati.
Eventuali loghi e marchi presenti sotto varie forme in questo sito sono di proprietà dei rispettivi titolari.

I cookie sono necessari per il pieno utilizzo dei servizi offerti su Educare.it, comprese le funzionalità implementate attraverso terze parti.
Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookie.
In alternativa puoi visionare l'informativa che spiega come disattivare i cookie.