Main menu
sostieni_educareit

In Europa diversi modi per acquisire la cittadinanza

nuovieuropeiNel dibattito controverso sullo Ius Soli, è interessante confrontare le diverse modalità con cui alcuni Paesi Europei consentono di acquisire la cittadinanza.

Italia: Le legge n.91 del 5 febbraio 1992 modificando, in parte, la disciplina sulle modalità di concessione della cittadinanza in vigore dal 1912, ha confermato che i figli degli immigrati che nascono nel nostro paese non acquisiscono automaticamente lo status civitatis. Ma solo se lo richiedono tra il diciottesimo e il diciannovesimo anno di età dimostrando di aver risieduto in Italia senza interruzioni fino al compimento dei diciotto anni.

Germania: La legge del 15 luglio 1999 riformando la disciplina sulle modalità di concessione della cittadinanza in vigore dal 1913, ha stabilito che i figli degli immigrati che nascono sul territorio tedesco acquisiscono lo status civitatis se uno dei genitori risiede stabilmente nel paese da almeno 8 anni ed è in possesso di regolare autorizzazione al soggiorno o di permesso di soggiorno illimitato da almeno 3 anni.

Francia: La legge del 1998 ha, in parte, riformando la disciplina sulle modalità di concessione della cittadinanza in vigore dal 1889, ha stabilito che i figli degli immigrati che nascono sul territorio francese acquisiscono lo status civitatis se uno dei due genitori è nato in Francia. In caso contrario, acquisisce automaticamente la cittadinanza francese al momento della maggiore età se, a quella data, ha la propria residenza in Francia o vi ha avuto la propria residenza abituale durante un periodo, continuo o discontinuo, di almeno 5 anni, dall’età di 11 in poi. Le autorità pubbliche e gli istituti di insegnamento sono tenuti a informare le persone interessate sulle disposizioni normative in materia.

Regno Unito: La legge del 1981 riformando la disciplina sulle modalità di concessione della cittadinanza in vigore dal 1913, ha stabilito che i figli degli immigrati che nascono sul territorio inglese acquisiscono lo status civitatis se uno dei genitori abbia acquisito il diritto a stabilirsi (to settle) nel Regno Unito. In caso contrario, le alternative sono due. La prima, se successivamente uno dei genitori diventa cittadino britannico o riceve il diritto di stabilirsi (to settle), il figlio può fare domanda di naturalizzazione, ma prima del compimento della maggiore età.
La seconda, il figlio può inoltre fare domanda per acquisire lo status civitatis se ha vissuto nel Regno Unito per i primi 10 anni dopo la nascita, non essendosi assentato per più di 90 giorni in ciascuno di questi anni.

Spagna: In attuazione dell’articolo 11 della Costituzione del 1978, il governo spagnolo ha approvato diverse leggi sulle modalità di concessione della cittadinanza. Quella in vigore è del 2002. In base alla quale i figli degli immigrati che nascono in Spagna acquisiscono lo status civitatis anche se i genitori non sono nati in Spagna e non ne hanno la cittadinanza.

Fonte: West, 22/09/2017

sostieni Educare.it visitando gli sponsor!

I contenuti provenienti da fonti esterne ad Educare.it sono di proprietà degli autori o editori che li hanno pubblicati.
Eventuali loghi e marchi presenti sotto varie forme in questo sito sono di proprietà dei rispettivi titolari.

I cookie sono necessari per il pieno utilizzo dei servizi offerti su Educare.it, comprese le funzionalità implementate attraverso terze parti.
Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookie.
In alternativa puoi visionare l'informativa che spiega come disattivare i cookie.