Main menu

Se non trovi la risposta che ti interessa chiedi cons oppure cerca qualcuno che ti possa aiutare

sostieni_educareit

A 6 anni soffre di epilessia ed autismo

bimba bambina problemi autismoSalve, sono il padre di Luisa. Dalla nascita ci sono stati dei gravi problemi al cervello che le hanno causato l'epilessia. All'asilo le maestre mi dicevano che Luisa non giocava mai con gli altri bimbi, si isolava da tutti, parlava da sola, faceva sempre degli strani movimenti con le mani, rotolava i giocattoli e non condivideva niente con nessuno. Ed allora siamo andati da tanti specialisti per capire se c'era qualcosa che non andava. All'elementari sono iniziati altri problemi: la bambina non riusciva a contare, aveva molta difficoltà a disegnare gli alberi, i cerchi, i rettangoli, i quadrati ecc...

Subito io e mia moglie ci siamo preoccupati e siamo andati da una brava psicologa per aiutare meglio nostra figlia. La psicologa ha capito subito che la bambina aveva un ritardo mentale dovuto alla lesione al cervello e che era anche affetta da autismo e quindi ci ha detto che era necessario l'insegnante di sostegno ma anche una brava assistente.

A scuola Luisa non si relaziona con nessuno, vive in un mondo tutto suo, non ride quasi mai, si butta a terra continuamente, muove sempre le mani, gli occhi e i piedi, ripete sempre le stesse cose, gioca da sola, non partecipa alle attività con i compagni di classe, non alza mai lo sguardo, non guarda negli occhi le persone e quando qualcuno si avvicina lei si mette a gridare e scappa velocemente.

Molte volte a scuola le vengono le crisi epilettiche, trema in continuazione, gli occhi rimangono aperti, esce la saliva dalla bocca e subito dopo sviene. Ci sono giorni in cui le crisi ci vengono continuamente ed allora non può fare una vita normale come tutti gli altri e lei ne soffre tanto. Prende le medicine ma non le fanno effetto e continua a stare male ed io e mia moglie soffriamo nel vedere nostra figlia che sta sempre peggio. La vorremmo più felice perchè è sempre triste e angosciata. Vi prego aiutatemi io non so più cosa fare per aiutare la mia bambina.

sostieni_educareit

 

Gentili Genitori di Luisa,
rispondo nel merito con tutte le possibili accortezze che il vostro caso richiede. Innanzitutto ritengo che il quadro clinico della bambina richieda la presenza di un neuropsichiatra o di un neurologo per ciò che concerne la sfera degli esordi epilettici. Sono certa che a questo riguardo siate già ben assistiti.
Ciò in cui posso aiutarvi è la caratteristica disfunzionale che Luisa assume a scuola e nella vita di relazione. Vorrei sapere il tipo di ritardo mentale certificato e se la diagnosi di autismo si colloca nello spettro di sintomatologia lieve (es. Asperger) oppure se si tratta di diagnosi severa. 
Per ciò che concerne il potenziamento cognitivo normalmente nel mio studio utilizziamo un software che lavora sull'attenzione e la concentrazione (autore: Santo Di Nuovo) pensato proprio per i casi di disfunzione cerebrale da trauma. Si lavora sulll'attenzione selettiva, sulla percezione dei colori, sulle abilità di memoria. Il programma presenta dei disegni e il bambino si interfaccia con semplicità. A noi è molto utile poiché funziona sia sul piano del training che su quello del test. La felicità di Luisa passa anche per la conquista dell'autonomia. Per ciò che concerne la condizione di chiusura coerente con la diagnosi di autismo ci sono programmi di recupero funzionale in atto presso alcuni reparti delle più grandi città. Se voleste averne i dettagli non esitate a contattarmi nuovamente tramite la rivista.
Il lavoro grande che possiamo fare con i bambini è trattarli come tali e lasciare loro il tempo di sbagliare e di edificare le loro strutture interpersonali.
Spero di essere stata utile e resto a vostra disposizione per ogni chiarimento.

 


copyright © Educare.it - Anno XV, N. 8, Agosto 2015

 

sostieni Educare.it visitando gli sponsor!
© Norme sul copyright
Educare.it è una rivista registrata al Tribunale di Verona il 21/11/2000 al n. 1418. Direttore Responsabile: Luciano Pasqualotto.
I contenuti sono distribuiti con licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Unported.
Se vuoi citare questo articolo o un articolo di questa sezione, leggi le istruzioni su questa pagina.
E' consentito riprodurre articoli di Educare.it esclusivamente alle presenti condizioni. Ogni abuso sarà perseguito nei termini di Legge.

I cookie sono necessari per il pieno utilizzo dei servizi offerti su Educare.it, comprese le funzionalità implementate attraverso terze parti.
Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookie.
In alternativa puoi visionare l'informativa che spiega come disattivare i cookie.