Main menu

Se non trovi la risposta che ti interessa chiedi cons oppure cerca qualcuno che ti possa aiutare

sostieni_educareit

Nuovo matrimonio

Salve, mi chiamo Roberta, ho 44 anni, sono separata da 5 anni e ho un figlio di 8.
Mio marito da 5 anni non fa altro che crearmi problemi perché vuole l'affidamento del bambino. Adesso mi si crea un problema in quanto fra un paio di mesi mi sposerò con un uomo che però vivrà, per motivi di lavoro, saltuariamente con me.
Il mio problema è che non so se dire a mio figlio che mi sposo, in quanto non vorrei farlo sapere al mio ex marito. Cioè a mio figlio vorrei dirlo ma ho paura che poi il padre lo tormenti per questa situazione. Come mi devo comportare?

sostieni_educareit

 

Gentile Roberta,
tenere nascosto un evento come un matrimonio mi sembra cosa alquanto improbabile, anche se il suo nuovo consorte, da quel che ho capito, vivrà per lunghi periodi lontano. Non mi è chiara la situazione con il suo ex marito, ma dalle sue parole capisco che il vostro rapporto non deve essere dei migliori.
Dal punto di vista legale lei non ha nulla da temere dalla nuova unione: il padre di suo figlio non può certo chiedere ed ottenere l'affidamento per questo. Credo che suo figlio, che non è poi così piccolo, abbia tutto il diritto di sapere la verità e di essere tenuto al corrente di un cambiamento che comunque andrà ad incidere anche sulla sua vita. Per i bambini è molto importante sapere cosa succederà in futuro a loro e agli amati genitori. Non so se suo figlio ed il suo compagno si conoscono, se vanno d'accordo o meno: ma potrebbe anche, come spesso succede, nascere un bel rapporto fra di loro!
Suo marito dovrebbe capire che il suo comportamento manipolatorio nei confronti del figlio potrebbe nuocere seriamente al bambino; questo io lo ripeto di continuo, perché il divorzio è una scelta dei genitori che non dovrebbe mai ricadere sui figli in questo modo. Come le ho già detto io non conosco i dettagli del rapporto che lei e il suo ex marito avete avuto negli ultimi 5 anni, ma per evitare che suo figlio sia "messo in mezzo" io le consiglierei di parlare direttamente al padre spiegandogli la situazione. Almeno saprebbe come stanno le cose e non avrebbe bisogno di chiedere i particolari al bambino.

 


copyright © Educare.it - Anno I, Numero 12, novembre 2001

sostieni Educare.it visitando gli sponsor!
© Norme sul copyright
Educare.it è una rivista registrata al Tribunale di Verona il 21/11/2000 al n. 1418. Direttore Responsabile: Luciano Pasqualotto.
I contenuti sono distribuiti con licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Unported.
Se vuoi citare questo articolo o un articolo di questa sezione, leggi le istruzioni su questa pagina.
E' consentito riprodurre articoli di Educare.it esclusivamente alle presenti condizioni. Ogni abuso sarà perseguito nei termini di Legge.

I cookie sono necessari per il pieno utilizzo dei servizi offerti su Educare.it, comprese le funzionalità implementate attraverso terze parti.
Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookie.
In alternativa puoi visionare l'informativa che spiega come disattivare i cookie.