Main menu
sostieni_educareit
stellina    Educattiverie
 

 Commenti sulla realtà dal punto di vista dell'educazione

La triste classifica delle vittime innocenti

imgLa sera del 22 maggio 2017, intorno alle 22.30, un uomo si è fatto esplodere alla Men Arena di Manchester, nel Regno Unito, poco dopo la fine del concerto della cantante statunitense Ariana Grande. Sono morte almeno 22 persone (tra cui bambine e adolescenti) e almeno altre 59 sono rimaste ferite. Due giorni dopo, il 24 maggio, al largo del porto libico di Zuara si è capovolta un’imbarcazione che trasportava più di cinquecento persone. Gli operatori dell’ong maltese Moas hanno detto di aver recuperato 34 corpi, per la maggior parte bambini.

Leggi tutto...

Lontano dagli occhi, lontano dal cuore

imgTra le migliaia di vite anonime annegate nel Mar Mediterraneo e nell’Egeo, di quando in quando su qualcuna si accendono i riflettori della cronaca. Ultimamente sono stati i bambini a suscitare un’emozione collettiva capace di squarciare, seppur brevemente, l’assuefazione alla tragedia che, poco o tanto, ci contagia tutti.
Era successo con il piccolo Aylan, fotografato cadavere sulla spiaggia di Bodrum in Turchia lo scorso settembre. In questi giorni la notizia che rimbalza sugli organi di informazione riguarda Garam, la bambina siriana di un anno trovata morta di stenti alla stazione dei bus di Adana, nel sud della Turchia, che aveva raggiunto tra le braccia della madre fuggendo a piedi da Aleppo.

Leggi tutto...

Il potere persuasivo della normalità

persuasioneCosì fan tutti: questa sembra essere diventata la regola del comportamento, almeno per la maggioranza delle persone. Non criteri morali o principi etici, né valutazioni in ordine alla salute ed all’ecologia, ma valori (o pseudo tali) legittimati dall’orientamento dell’opinione pubblica. Un “sentire”, spesso acritico e superficiale, abilmente indotto attraverso mode ed ai fini di interessi particolari. Una normalità persuasiva e pervasiva, che si insinua in ogni anfratto del vivere, dal piano più personale a quello sociale e politico.

Leggi tutto...

Costruttori di pace cercasi

no.guerraLatrano i mastini della guerra, aizzati dal rumore delle bombe e dall’odore penetrante dei soldi. Si chiede all’Italia il 2% del PIL in spese militari (quasi 40 miliardi di Euro all’anno) per sedare quelle paure di cui in buona parte sono responsabili proprio i Paesi che oggi corrono alle armi.

La memoria ci impone di ricordare il fallimento della dottrina preventiva che ha destabilizzato il Medio Oriente e che sta all’origine dei conflitti che oggi ci fanno inorridire.

Leggi tutto...

Scuola ovvero il “problema dei problemi”!

Ma che in Italia si stia andando, speditamente, verso la “scuola dell’esclusione”? Che meraviglia! Ci mancava… Ci mancava qualcosa che ci sorprendesse… E, oplà!, la troviamo, bell’è cotta a Brusciano (Napoli), dove nel locale Istituto Comprensivo vi sarà in settembre una classe con quattro alunni disabili su ventidue. E non è l’unico caso. Magari!

Leggi tutto...

Valutando i prof, la scuola migliora

Il presidente di TreeLLLe scrive al direttore del Corriere, chiedendosi perché mai, col nuovo Sistema nazionale di valutazione, si valutino le singole scuole, i loro presidi-dirigenti e gli apprendimenti degli studenti e non i docenti che sono il perno della istruzione?

Ma fa pure notare che sia i presidi e sia gli ispettori (questi ultimi sono una delle tre gambe del Snv) sono reclutati tra i docenti, per cui sembra strano che proprio essi non vengano valutati e quindi, in un secondo momento, quelli più apprezzati e più stimati non siano messi a dirigere le scuole e a valutare a loro volta?

Leggi tutto...
sostieni Educare.it visitando gli sponsor!

I contenuti provenienti da fonti esterne ad Educare.it sono di proprietà degli autori o editori che li hanno pubblicati.
Eventuali loghi e marchi presenti sotto varie forme in questo sito sono di proprietà dei rispettivi titolari.

© Norme sul copyright
Educare.it è una rivista registrata al Tribunale di Verona il 21/11/2000 al n. 1418. Direttore Responsabile: Luciano Pasqualotto.
I contenuti sono distribuiti con licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Unported.
Se vuoi citare questo articolo o un articolo di questa sezione, leggi le istruzioni su questa pagina.
E' consentito riprodurre articoli di Educare.it esclusivamente alle presenti condizioni. Ogni abuso sarà perseguito nei termini di Legge.

I cookie sono necessari per il pieno utilizzo dei servizi offerti su Educare.it, comprese le funzionalità implementate attraverso terze parti.
Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookie.
In alternativa puoi visionare l'informativa che spiega come disattivare i cookie.