Main menu
sostieni_educareit

Gioca con tuo figlio, gioca con i bambini

Giocare! Voce del verbo "vivere meglio".
Giocare! Alimentare la nostra emotività.
Giocare! Scommettere... e poi vincere... o perdere.

Potrei chiudere velocemente con queste tre righe l'argomento appena iniziato ma oltre a scherzarci un po' su, voglio analizzare questo termine che nell'attuale società viene talvolta ridotto nel suo significato, così ampio e vitale.


Dopo una certa età, l'uomo, perde l'idea del giocare ed anche quella del divertirsi. Sembra che sia una cosa per soli bambini! Vietato l'entrata ai maggiori di diciotto anni ma la vita è piena di porte da aprire e non solo all'inizio. Peter Pan e la sua ombra che sparisce, "l'isola che non c'è" vanno ricercati ed è meglio trovarli velocemente per riscattare un po' di ottimismo e dinamismo perduti.
I bambini necessitano molto del gioco, ma anche i grandi: la vita stessa, a mio avviso, è un gioco. E' un gioco serio e insieme divertente e l'uno non esclude l'altra.
Sono convinto che un genitore abbia particolarmente bisogno di recuperare la dimensione ludica, poiché il gioco per i bambini è un grande viatico educativo e non dovrebbe essere inteso come un momento solitario consumato attraverso e soltanto videogames e pochemon... Il papà e la mamma possono rappresentare "i migliori giochi" per far divertire ed insieme crescere il proprio figlio. Dove è finita questa figura? Chiusa in un negozio di giocattoli?

sostieni_educareit

Ho sempre giocato con la mia bambina e mi sono vestito da pagliaccio per ridere insieme a lei. Aveva pochi mesi ed io impersonificavo figure tanto buffe quanto per lei divertenti: mi travestivo da leone, da coccodrillo ed intanto parlavo ad una bambina che doveva imparare a comunicare... Contemporaneamente, mentre ridevo succedeva in me qualcosa di nuovo: "mi ritrovavo divertito e divertente"! Era tanto che non succedeva! Era tanto che non ridevo perché entusiasta delle sue piene risate... attualmente il mio modo di giocare con Jessica è più ampio... corriamo, giochiamo a palla, facciamo nascondino; gioco con piacere alle bambole e mia figlia mi indica di pettinarle e di vestirle ed io apprezzo silente la sua precisione... e poi giochiamo insieme alla mia vecchia pista di F1 perché lo sbaglio più clamoroso - oggetto i giochi per bambini - è quello di classificare e di scegliere uno invece che un altro in base al sesso di nostro figlio... Se un bambino nel periodo dell'infanzia gioca e si diverte - anche - con le bambole è probabile che da grande saprà apprezzare e vivere la sua parte dolce e più intelligente della sua personalità. Nel processo mentale di crescita il gioco aumenta la creatività e quest'ultima rappresenta l'inizio delle abilità. Io sono un papà che ha imparato a giocare e per questo non mi ritengo migliore di nessun altro ma vi garantisco che si vive molto meglio.
Giochiamo, giochiamo, giochiamo!!!

 


Autore: Mi chiamo Roberto Baroni ed all'inizio di tutto sono diventato padre.
Quando è successo mi sono chiesto: "Io papà? Come sarò? Ce la farò?".
Anche se non ho titoli nel settore ho voluto trovare un modo dolce di rapportarmi alla mia bambina e sembra che tutto stia andando bene. Mi ritengo un uomo pratico che fa di un'idea una realtà... (OPPURE... che cerca nell'idea una realtà...).
Prima c’era solo Marina che conosceva i bambini: è pedagogista. Poi tra noi è arrivata Jessica ed in quel momento sono rinato anch’io. Con lei, ho imparato a mettermi in discussione ed a guardare il mondo in modo nuovo. Con gli occhi di un papà vi racconto la gioia, la fatica, l’amore di crescere insieme. Come capita, probabilmente, a ciascuno di voi.


copyright © Educare.it - Anno IV, Numero 1, dicembre 2003

sostieni Educare.it visitando gli sponsor!
© Norme sul copyright
Educare.it è una rivista registrata al Tribunale di Verona il 21/11/2000 al n. 1418. Direttore Responsabile: Luciano Pasqualotto.
I contenuti sono distribuiti con licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Unported.
Se vuoi citare questo articolo o un articolo di questa sezione, leggi le istruzioni su questa pagina.
E' consentito riprodurre articoli di Educare.it esclusivamente alle presenti condizioni. Ogni abuso sarà perseguito nei termini di Legge.

I cookie sono necessari per il pieno utilizzo dei servizi offerti su Educare.it, comprese le funzionalità implementate attraverso terze parti.
Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookie.
In alternativa puoi visionare l'informativa che spiega come disattivare i cookie.