Main menu
sostieni_educareit

Adolescenza e dipendenze comportamentali

dipendenzeAccanto alla classica forma di dipendenza da sostanze, negli ultimi anni sono proliferate nuove forme di dipendenza in cui non è presente l’intervento di alcuna sostanza psicoattiva e per le quali è stato coniato il termine New Addictions. L’oggetto della dipendenza è in questo caso un comportamento o un’attività lecita e socialmente accettata. Le dipendenze comportamentali, se compaiono durante l'adolescenza, devono essere analizzate da una prospettiva multifattoriale e necessitano di un adeguato approccio sia sul piano pedagogico che psicologico. 
L’articolo delinea un quadro introduttivo a questa rilevante problematica sociale e sanitaria.

 

Leggi tutto...

ICF-Dipendenze: per una riabilitazione basata sulle evidenze

logoIl Piano d’indirizzo per la riabilitazione, approvato dalla Conferenza Stato-Regioni il 10/02/2011, rappresenta ad oggi il più recente riferimento ufficiale in tema di riabilitazione. In questo articolo si mostra come il documento possa essere applicato nella riabilitazione delle dipendenze patologiche; in particolare si presenta in modo sintetico il set di strumenti, denominato ICF-Dipendenze, che permette di definire programmi riabilitativi secondo un approccio basato sulle evidenze.

Leggi tutto...

L'amore, una dipendenza positiva

amore-romanticoVorrei allargare la definizione di dipendenza e mandare in pensione l’affermazione scientifica che tutte le dipendenze sono patologiche e dannose. Fin dalla nascita della diagnostica formale, più di cinquant’anni fa, la passione compulsiva per il gioco, il cibo e il sesso (vale a dire per le gratificazioni non legate all’uso di sostanze) non è mai stata considerata una dipendenza: solo l’abuso di alcol, oppioidi, cocaina, anfetamine, cannabis, eroina e nicotina è formalmente classificato come dipendenza.

Fai login per leggere l'articolo completo

Consumare e consumarsi: sguardi sulle tossicodipendenze

Che la tossicodipendenza sia usurante è un fatto incontrovertibile, non solo per chi ne è coinvolto come paziente ma anche per chi la vive da operatore. In questo articolo si guarda alla dipendenza dapprima da questa duplice prospettiva, per concludere con una sintesi sugli aspetti che caratterizzano tale fenomeno dal punto di vista della psicologia evolutiva.

Fai login per leggere l'articolo completo

Il programma dei dodici passi. Una proposta operativa con l'aiuto dei Peanuts

Il programma dei dodici passi fa parte di quelle strutture di self-help (auto-aiuto) che hanno avuto una grandissima diffusione nel mondo a partire dagli anni trenta del secolo scorso. Strutturati in piccoli gruppi volontari, solitamente formati da pari, i suoi componenti si riuniscono per assistersi reciprocamente al fine di risolvere un problema condiviso e inabilitante allo svolgimento dei più comuni adempimenti della vita.

Fai login per leggere l'articolo completo
sostieni Educare.it visitando gli sponsor!
© Norme sul copyright
Educare.it è una rivista registrata al Tribunale di Verona il 21/11/2000 al n. 1418. Direttore Responsabile: Luciano Pasqualotto.
I contenuti sono distribuiti con licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Unported.
Se vuoi citare questo articolo o un articolo di questa sezione, leggi le istruzioni su questa pagina.
E' consentito riprodurre articoli di Educare.it esclusivamente alle presenti condizioni. Ogni abuso sarà perseguito nei termini di Legge.

I cookie sono necessari per il pieno utilizzo dei servizi offerti su Educare.it, comprese le funzionalità implementate attraverso terze parti.
Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookie.
In alternativa puoi visionare l'informativa che spiega come disattivare i cookie.