Main menu
sostieni_educareit

Il Portfolio nella scuola elementare: uno scenario per scoprire se stessi e gli altri attraverso il dialogo

portfolioL'articolo presenta le osservazioni e le testimonianze sull’esperienza del Portfolio Europeo delle Lingue in una scuola elementare francese. Molti aspetti di interesse didattico-pedagogico sono emersi dall’uso concreto del Portfolio rendendo questa esperienza ricca di nuove riflessioni e di nuovi bisogni educativi. La presa di coscienza di sé e delle conoscenze culturali, la riscoperta di sé e degli altri, la condivisione delle conoscenze culturali “altre”, il bisogno di essere riconosciuti al fine di potere dialogare apertamente e di collaborare insieme: questi sono i risultati di grande valore pedagogico ottenuti grazie all’esperienza del Portfolio.

Abstract

Cet article présente les observations, le suivi et les témoignages sur l'expérience du Portfolio Européen des Langues à l'école primaire. Plusieurs aspects d'intérêt didactique-pédagogique ont émergés de l'utilisation concrète du Portfolio en rendant cette expérience riche de nouvelles réflexions et de nouveaux besoins éducatifs liés à la figure de l'apprenant et de l'enseignant. La prise de conscience de soi et de ses connaissances culturelles, la re-découverte de soi et des autres, la reconnaissance, la compréhension et le partage des connaissances culturelles autres, le besoin d’être reconnu afin de pouvoir dialoguer ouvertement et de collaborer ensemble: ce sont les résultats d'une grande valeur pédagogique obtenus grâce à l'expérience du Portfolio.

This paper presents the observations and the testimonies concerning the experience of the European Language Portfolio in a primary school. The concrete use of the Portfolio has led to the identification of several aspects of educational-pedagogical interest. These aspects have enriched the experience we present here after with new ideas and new educational needs, related to both the learner and the teacher. The results, of great pedagogical value, obtained by use of the Portfolio are: self-awareness and on cultural knowledge, rediscovery of oneself and of others, recognition, understanding and sharing of different cultural knowledge. All these aspects have to be recognized in order to build an open and constructive dialogue and to work together.

Introduzione

Questo articolo nasce dal bisogno perso-nale e professionale di condividere le rifles-sioni pedagogico-didattiche maturate du-rante la sperimentazione triennale dell’integrazione del Portfolio Europeo delle Lingue (PEL) in una scuola elementare francese, esclusivamente per l’insegnamento della lingua straniera.
L’interesse scaturito da questa esperienza porta a volgere l’attenzione non sulla presentazione, ormai ben nota, del Portfolio e delle sue parti componenti, bensì sul suo uso pratico e concreto in classe e in particolare sulle impressioni di chi lo ha impiegato lungo il proprio percorso formativo.

 

Autrice: Rosalba Lipari. Laureata in Scienze dell'educazione, insegnante di italiano per stranieri, vive in Francia. Ha la passione della lettura e della scrittura. Ha pubblicato articoli in riviste riguardanti l'insegnamento delle lingue e la pedagogia.

copyright © Educare.it - Anno XV, N. 9, settembre 2015

L'articolo completo in italiano è disponibile in allegato per gli abbonati.

sostieni Educare.it visitando gli sponsor!
© Norme sul copyright
Educare.it è una rivista registrata al Tribunale di Verona il 21/11/2000 al n. 1418. Direttore Responsabile: Luciano Pasqualotto.
I contenuti sono distribuiti con licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Unported.
Se vuoi citare questo articolo o un articolo di questa sezione, leggi le istruzioni su questa pagina.
E' consentito riprodurre articoli di Educare.it esclusivamente alle presenti condizioni. Ogni abuso sarà perseguito nei termini di Legge.

I cookie sono necessari per il pieno utilizzo dei servizi offerti su Educare.it, comprese le funzionalità implementate attraverso terze parti.
Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookie.
In alternativa puoi visionare l'informativa che spiega come disattivare i cookie.