Main menu
sostieni_educareit

Giornata mondiale delle persone con sindrome di down

down2014Il benessere è il tema scelto quest'anno per la Giornata mondiale sulla sindrome di Down, che si celebra il 21 marzo. Per le persone disabili, benessere vuol dire soprattutto integrazione nella società, in particolare nel mondo della scuola e del lavoro, sottolinea Coordown Onlus, Coordinamento nazionale delle associazioni delle persone con sindrome di Down.

Coordown celebra l'appuntamento del 21 marzo con una campagna di sensibilizzazione a tutela dei diritti delle persone down, compreso il diritto a essere felici. Obiettivo della Giornata, sottolineano, è inoltre quello di diffondere una nuova cultura della diversità e una maggiore conoscenza delle persone con questa malattia.

Quest'anno, il Coordinamento ha prodotto un breve film (#DearFutureMom) che ha già raggiunto le 500 mila visualizzazioni su YouTube, ed è diventato lo scorso fine settimana uno dei video virali più condivisi al mondo: 15 attori e attrici con sindrome di Down da tutta Europa rassicurano una futura mamma e le spiegano che anche suo figlio potrà vivere una vita felice, come la loro. La regia è di Luca Lucini e il video è stato prodotto in collaborazione con l'agenzia di pubblicità Saatchi&Saatchi. La Giornata Mondiale ha avuto quest'anno il sostegno della Lega Serie A nel corso del turno di campionato del 15, 16 e 17 marzo. La campagna di CoorDown, in collaborazione con la Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale, è stata promossa all'interno degli stadi con l'ingresso di alcuni bambini in campo, l'esposizione del consueto striscione e la proiezione del film sui maxischermi.

Fonte: Ansa

sostieni Educare.it visitando gli sponsor!

I contenuti provenienti da fonti esterne ad Educare.it sono di proprietà degli autori o editori che li hanno pubblicati.
Eventuali loghi e marchi presenti sotto varie forme in questo sito sono di proprietà dei rispettivi titolari.

I cookie sono necessari per il pieno utilizzo dei servizi offerti su Educare.it, comprese le funzionalità implementate attraverso terze parti.
Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookie.
In alternativa puoi visionare l'informativa che spiega come disattivare i cookie.