Educare.it - Rivista open access sui temi dell'educazione - Anno XXIV, n. 6 - Giugno 2024

La forma circolare

Buongiorno, ho un bimbo di 4 anni e volevo chiedere se esiste un libro che potesse aiutarmi nel decifrare i suoi comportamenti.
Il bimbo vive con la mamma, ma il legame con me è forte e vivo. La madre cerca con ogni mezzo di interferire tra noi. Ultimamente, mio figlio continua a disegnare cerchi o comunque qualsiasi cosa disegni, e non è capace, hanno una forma circolare.

 

Gentile papà,
la sua richiesta è così essenziale da rendere difficile articolarvi una risposta. Tenterò quindi di rispondere in base alle curiosità che esprime, invitandola, se vuole, a riscriverci con più dettagli, se ce ne sono.

Mi sembra che suo figlio sia in una situazione più che normale: il rapporto con lei, forte e vivo, è assolutamente come deve essere, nonostante le interferenze della madre (discorso che andrebbe sviluppato).

Riguardo al fatto che suo figlio disegni sempre cerchi, anche questo è assolutamente normale: pensi che studi e ricerche, affermano che le figure circolari sono le prime ad affascinare il neonato (insieme al colore rosso), perché la configurazione circolare ricorda al bambino il viso, non solo come la sede di operazioni come mangiare, parlare, vedere, udire, sorridere e fare smorfie, ma principalmente come parte anatomica rappresentativa delle persone che ha intorno, prima fra tutte la mamma. E' proprio grazie alla maturazione cognitiva, intorno al primo anno di vita, che farà entrare il bambino in possesso dello schema mentale (secondo la dicitura di un grande della psicologia evolutiva, J. Piaget) permanente capace di evocargli la madre in sua assenza, che il piccolo supera l'angoscia, il dolore e l'inconsolabilità provocatigli dai primi, naturali e necessari, distacchi.
Risiederebbe qui, dunque, il significato dell' "uomo-testone", termine colorito per indicare le prime rappresentazioni grafiche del bambino riguardanti la figura umana, in cui la stesura di un grande cerchio con attaccate braccia e gambe sta proprio a significare la sintesi simbolica dell' importanza del viso rispetto al resto del corpo umano.

Per quanto riguarda la possibilità di trovare dei libri che le spieghino i comportamenti del bambino, potrà trovarne diversi in buone librerie al settore Psicologia o Educazione; personalmente posso suggerirle degli autori come Bernardi, la Oliverio Ferrarsi, la Dolto. Io, ad esempio, utilizzo molto di FALORNI, ASPETTI PSICOLOGICI DELLA PERSONALITA' NELL'ETA' EVOLUTIVA, ed. Giunti.
Troverà inoltre manuali accessibili sull'interpretazione dei disegni, vera cartina al tornasole per comprendere il mondo interiore dei bimbi, come di CROTTI MAGNI, COME INTERPRETARE GLI SCARABOCCHI, ed. Demetra.

 


copyright © Educare.it - Anno III, Numero 4, marzo 2003