Main menu

Se non trovi la risposta che ti interessa chiedi cons oppure cerca qualcuno che ti possa aiutare

sostieni_educareit

Senza fissa dimora

Premetto che sono la mamma di una bellissima bambina di 15 mesi che mi rende molto orgogliosa e che non mi da problemi.

Il motivo della mia richiesta è che la mia, nostra, situazione familiare è un pò particolare e mi sono sempre chiesta se questo influenzerà negativamente la bimba.
Le spiego: il papà della bimba lavora in Inghilterra (ed è inglese ma questo non ha importanza) quindi la bimba (e io) vede il suo papà solo nei weekend e nei periodi festivi, inoltre siccome io lavoro e lascio la bambina con mia madre durante la settimana rimaniamo a casa con mia madre e il venerdi sera "ci trasferiamo" nella nostra casa (che dista 15 minuti di macchina) e passiamo lì il weekend assieme.

Siamo molto felici insieme, come ripeto non abbiamo problemi però mi chiedo se questo continuo muoversi da un posto all'altro (a volte io e la bimba andiamo a Londra), avere tre lettini, tre fasciatoi, 3 stanze, tutto è moltiplicato per 3!) può in qualche modo darle insicurezza o quant'altro.

Dico insicurezza perchè l'unica cosa che un pò mi preoccupa è il fatto che la bambina si addormenta solo se le sto accanto al lettino e le tengo la mano o la accarezzo, diversamente si addormenta senza problemi con la nonna o con il papà (ma mai alla sera, ho sempre messo a letto io la bimba per la notte).

Inoltre la bambina non ha ancora una propria stanza, il suo lettino (tutti e 3) sono accanto al letto di mamma (e papà quando c'è). In conclusione le mie domande sono: dobbiamo usare qualche accorgimento particolare vista la nostra situazione (che non so per quanto ancora si protrarrà) familiare? Mi devo preoccupare se la bimba mi vuole accanto per dormire? Devo muovere la bimba in una stanza tutta sua?

sostieni_educareit

 

Gentile signora,
comprendo le sue preoccupazioni di fronte all'organizzazione familiare "particolare" che vi siete dati.
Credo che sia difficile poter valutare in termini assoluti se il vostro vivere "senza fissa dimora" influenzerà negativamente la bimba.

In una precedente consulenza, ponevo delle osservazioni intorno al concetto di "discontinuità". Il fatto di avere più case, tre lettini, tre fasciatoi... potrebbe lasciare insoddisfatto il bisogno di radicamento che spinge piccoli e grandi a identificare un luogo dove rifugiarsi e riparare, la "tana" dove lasciar riposare il cuore.
In modo analogo, l'avere più figure adulte che ruotano intorno a sé potrebbe generare difficoltà ad identificare la propria appartenenza (di chi sono io la bambina?), tanto più se mamma, nonna, papà offrono regole, valori, atteggiamenti educativi diversi.

Nel suo caso credo però che vada considerato che la sua bellissima bambina ha solo 15 mesi e che per questo è improbabile che sorgano in lei i sentimenti di insicurezza che teme. Potrebbe essere una questione di tempo e credo che in prospettiva vada valutata attentamente un'alternativa di organizzazione della famiglia.
Intanto cosa fare? Un primo consiglio potrebbe essere quello di instaurare dei "riti quotidiani" ad elevato valore affettivo, in modo che ci sia almeno la percezione della continuità del tempo se non è possibile quella dello spazio.
Sto pensando - ad esempio - ad un momento tardopomeridiano, al suo ritorno dal lavoro: un momento di coccole sul lettone, ogni giorno, per tutti i giorni della settimana.

Nelle piccole routine quotidiane tutti riponiamo le nostre piccole sicurezze.

Lascerei poi che questa bimba si possa godere la sua mamma, sentirla vicino a sé prima di addormentarsi, ritrovarla se si sveglia nel cuore della notte: se ne dovrà separare al mattino successivo e questo è più che sufficiente.

 


copyright © Educare.it - Anno VI, Numero 3, Febbraio 2006

sostieni Educare.it visitando gli sponsor!
© Norme sul copyright
Educare.it è una rivista registrata al Tribunale di Verona il 21/11/2000 al n. 1418. Direttore Responsabile: Luciano Pasqualotto.
I contenuti sono distribuiti con licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Unported.
Se vuoi citare questo articolo o un articolo di questa sezione, leggi le istruzioni su questa pagina.
E' consentito riprodurre articoli di Educare.it esclusivamente alle presenti condizioni. Ogni abuso sarà perseguito nei termini di Legge.

I cookie sono necessari per il pieno utilizzo dei servizi offerti su Educare.it, comprese le funzionalità implementate attraverso terze parti.
Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookie.
In alternativa puoi visionare l'informativa che spiega come disattivare i cookie.