Main menu

Se non trovi la risposta che ti interessa chiedi cons oppure cerca qualcuno che ti possa aiutare

sostieni_educareit

Una mamma sempre in colpa

Sono la mamma di una meravigliosa bambina di quasi 4 anni. Mi rendo conto di essere sempre nervosa e molto spesso mi accorgo di sgridarla per delle fesserie. Ho purtroppo un terribile vizio che è quello di urlare. Non è una bimba terribile ma quando mi fa ripetere le stesse cose per 20 volte alla fine esplodo. Io l'adoro è la cosa più bella della mia vita e ogni volta che la sgrido provo dei fortissimi sensi di colpa e mi pongo mille domande, tipo "ma cosa pretendo da una bambina di 4 anni?".

Vorrei imparare a essere più tollerante a capirla di più, ho tanta paura di sbagliare. Aiutatemi, datemi qualche consiglio. Non voglio che mia figlia cresca con delle insicurezze per colpa mia.

Confido in una vostra risposta. Vi ringrazio e vi porgo distinti saluti.

 

Cara signora,
le sembrerà strano, ma in educazione è davvero impossibile non sbagliare!
Lei sbaglierà come tutti noi genitori, perché non esiste un genitore perfetto e soprattutto Dio salvi e liberi i figli dei genitori che desiderano essere perfetti!

Già cara signora, inseguire l'idea del genitore perfetto è non solo inutile ma anche dannoso per i nostri figli che potrebbero pensare che gli errori che commettiamo sono così grandi da non dover essere da noi riconosciuti ed accettati.
Come lei può intuire il tema della genitorialità è molto complesso e articolato e richiede uno spazio più ampio di questo.

Per quanto, invece, la riguarda la prima cosa che mi viene da dirle signora è innanzitutto un sorriso per lei ed un gesto, una carezza che alleggerisca quel senso di colpa, quella pesantezza che sente sulle sue spalle dopo che ritiene di aver sbagliato.

Non c'è alcun dubbio cara signora che per quanto lei si impegni, correrà sempre il rischio di sbagliare ed allora la cosa più importante per sua figlia e per lei è che lei per prima sappia perdonare questo errore davanti a se stessa, in cuor suo, e davanti a sua figlia.
Se le scappa di urlare poi, quando il nervoso è passato, riprenda con sua figlia e dia parole a quello sfogo affinché lei possa capire che non ha fatto niente di terribile. Insegni a sua figlia quali sono le cose che non riesce a tollerare ed insieme provate a cercare una soluzione che sia un ponte tra le vostre reciproche possibilità.

E poi nel silenzio della sera, per amor verso se stessa, provi gentile signora a chiedersi perché in quel momento lei ha perso la pazienza, che cosa le ha dato così fastidio, dove dentro di lei non si è sentita e rispettata da sua figlia.
Provi a cercare dentro di sé: i nostri figli sono preziose occasioni di crescita se noi sappiamo superare i sensi di colpa e le idee preconcette.

 


copyright © Educare.it - Anno I, Numero 12, novembre 2001

sostieni Educare.it visitando gli sponsor!
© Norme sul copyright
Educare.it è una rivista registrata al Tribunale di Verona il 21/11/2000 al n. 1418. Direttore Responsabile: Luciano Pasqualotto.
I contenuti sono distribuiti con licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Unported.
Se vuoi citare questo articolo o un articolo di questa sezione, leggi le istruzioni su questa pagina.
E' consentito riprodurre articoli di Educare.it esclusivamente alle presenti condizioni. Ogni abuso sarà perseguito nei termini di Legge.

I cookie sono necessari per il pieno utilizzo dei servizi offerti su Educare.it, comprese le funzionalità implementate attraverso terze parti.
Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookie.
In alternativa puoi visionare l'informativa che spiega come disattivare i cookie.