Educare.it - Rivista open access sui temi dell'educazione - Anno XXIV, n. 5 - Maggio 2024

Zapping

zappingUniti da un cordone ombelicale mai separato continuiamo a dipendere dai mezzi di informazione istituzionali dove la TV distribuisce messaggi sempre più contrastanti che alimentano il senso di disorientamento, insicurezze e precarietà sulle criticità del sistema sociale, economico e politico. Come sempre la " dietrologia" è un format ormai consolidato, errori ed omissioni per anni sottaciuti, vengono rispolverati per dare fiato a un desiderio di giustizia ed equità che nel tempo hanno perso connotati e confini.

Ci lamentiamo spesso dell'apatia ma anche della violenza che i giovani esprimono in vari contesti, ci si interroga sulla deriva della legalità che rappresenta il vulnus di una società che tende a disgregarsi e a perdere di identità e credibilità ma poi poco o nulla si fa per orientare comportamenti, mentalità, spirito critico di una adolescenza alla quale si mostrano modelli discutibili di intolleranza e superficialità oltre i limiti, esternazioni che purtroppo diventano emblematici esempi da imitare e condividere. Su tutto questo regna sovrano il buonismo e la tolleranza, le spiegazioni più o meno confortanti ed appropriate sulla evoluzione psicologica necessaria che il periodo di transizione all'età adulta mette in dovuto conto. Il multiforme spazio televisivo concede poco spazio alla formazione, se per questa intendiamo offrire spunti ed occasioni di riflessione ed espressione autentica di consapevolezza e autocontrollo, lo spirito critico necessario per non tendere all'omologazione che rappresenta comunque il pericolo costante per annientare e svilire potenzialità individuali e un sano desiderio di progettualità e interazione sociale.