Main menu
sostieni_educareit

Più obesi i figli della crisi

obesiLa crisi si manifesta anche nell'alimentazione dei bambini: le famiglie hanno meno soldi e così sono costrette a comprare cibi di minore qualità e (nella media) con più grassi, zuccheri e sostanze nocive. Con il risultato di un aumento dei bambini con qualche chilo di troppo.

 

L’allarme viene lanciato dalla Coldiretti che a sua volta cita un rapporto dell’Ufficio Regionale per l’Europa dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). 

A determinare il sovrappeso dei piccoli c’è anche la minore disponibilità economica per le attività sportive.

Secondo l’Oms nei vari Stati europei fino al 27% dei tredicenni e fino al 33% dei bambini di 11 anni si trova sovrappeso. Fra gli undicenni il record spetta alla Grecia, seguita nell’ordine dal Portogallo, Spagna, Croazia, Italia e Polonia. 

In Italia il numero dei bambini e adolescenti che mangia frutta e verdura a ogni pasto è sceso al 35% (a fronte del 37 % nel 2012), mentre quelli che la mangiano una volta al giorno sono passati al 35% (contro il 39) e si registra anche un aumento di coloro che non l’assumono o lo fanno un massimo di 2 volte a settimana (31% contro il 24).  

Il risultato è che in Italia il 22,2% dei bambini è in sovrappeso e il 10,6% addirittura obeso. 

sostieni Educare.it visitando gli sponsor!

I contenuti provenienti da fonti esterne ad Educare.it sono di proprietà degli autori o editori che li hanno pubblicati.
Eventuali loghi e marchi presenti sotto varie forme in questo sito sono di proprietà dei rispettivi titolari.

I cookie sono necessari per il pieno utilizzo dei servizi offerti su Educare.it, comprese le funzionalità implementate attraverso terze parti.
Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookie.
In alternativa puoi visionare l'informativa che spiega come disattivare i cookie.