Main menu
sostieni_educareit

Il TAR impone l'adozione di un PDP per alunno con dislessia

dislessiaTre insufficienze in pagella, a fine quadrimestre, annullate dal Tar di Milano. Il caso è quello di un ragazzo con dislessia che frequenta un Istituto superiore della provincia di Lodi, presso il quale la famiglia ha depositato tutta la documentazione necessaria per adottare un Piano Didattico Personalizzato (PDP).
Secondo quanto previsto dalla recente normativa, il Consiglio di Classe può valutare i Bisogni Educativi Speciali di un alunno, adottando misure compensative e dispensative che gli consentano di raggiungere gli stessi obiettivi di apprendimento degli altri studenti. Nella scuola in questione, però, alcuni professori rifiutano di definire un PDP per l'alunno assegnandogli le stesse verifiche della classe, nelle quali accumula numerose insufficienze.
La famiglia si rivolge così al Tar e il giudice amministrativo obbliga la scuola ad approvare entro 15 giorni il Piano Didattico Personalizzato previsto dalla normativa e – soprattutto – ad attuarlo retroattivamente. Insufficienze annullate, quindi.
“È una sentenza destinata a fare storia”, commentano dall’Associazione dislessia e discalculia di Lodi. Per la prima volta, infatti, una scuola è stata costretta ad annullare i risultati negativi della prima pagella. Finora, le famiglie degli studenti con DSA dovevano attendere la fine dell’anno scolastico per impugnare l’eventuale bocciatura.
 
Fonte: West, 04/04/2014
 
sostieni Educare.it visitando gli sponsor!

I contenuti provenienti da fonti esterne ad Educare.it sono di proprietà degli autori o editori che li hanno pubblicati.
Eventuali loghi e marchi presenti sotto varie forme in questo sito sono di proprietà dei rispettivi titolari.

I cookie sono necessari per il pieno utilizzo dei servizi offerti su Educare.it, comprese le funzionalità implementate attraverso terze parti.
Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookie.
In alternativa puoi visionare l'informativa che spiega come disattivare i cookie.