Main menu

Se non trovi la risposta che ti interessa chiedi cons oppure cerca qualcuno che ti possa aiutare

sostieni_educareit

Mia figlia e il mio compagno

Buongiorno, mi chiamo Lucia ho quasi 30 anni, ho una bambina di 3 anni compiuti a gennaio. Viviamo con i nonni (miei genitori) da sempre da quando la bambina è nata, il padre non si è mai occupato di lei. Da 6 mesi frequento una persona che è molto importante per me, lui conosce mia figlia da circa 4 mesi, facciamo molte cose assieme, passiamo sempre i week-end assieme in modo che la bambina abbia modo di familiarizzare con il mio compagno. Abbiamo intenzione di sposarci e quindi andare a vivere assieme, però il problema è che la bambina non sempre si comporta bene nei confronti di questa persona, a volte risponde male, a volte non risponde proprio e fa finta di niente, mentre magari fino a 5 minuti prima hanno giocato e scherzato assieme.
Mi chiedo se lei riuscirà mai totalmente ad abituarsi a questa persona e se riusciremo a formare una "vera" famiglia.

in quale modo posso aiutare la mia bambina a farle comprendere la situazione? Preciso inoltre che quando mia figlia e il mio compagno sono distanti, in settimana quando lui lavora e perciò non si vedono lei ogni tanto mi chiede di lui, poi magari quando lo vede all'inizio è sempre molto distaccata, a volte dopo poco inizia a giocarci e a stuzzicarlo mentre a volte si comporta male, perchè risponde male ovvero non vuole neanche che lui le si avvicini...

La ringrazio per avermi ascoltata e spero in una Sua risposta.

 

Cara signora,

mentre leggevo la sua email, immaginavo di aprirla a ventaglio e di leggere gradualmente all'interno della sua richiesta i suoi desideri e le sue aspettative di giovane donna, i suoi timori e le sue speranze di mamma, con qualche preoccupazione di non far soffrire nessuno...

Credo di poter iniziare subito a rassicurarla molto: la sua bambina sta iniziando a esplorare il mondo, gli altri, le persone che ruotano intorno al suo piccolo mondo famigliare, conosciuto e rassicurante.

Dare e ricevere sicurezza, dare e ricevere fiducia - non solo dalla mamma, dai nonni, da parenti stretti, ma anche dagli altri in generale - sono passaggi fondamentali nella crescita di ciascuno di noi, perciò anche della sua bambina, che, credo, abbia semplicemente bisogno di essere tranquillizzata e fatta partecipe con calma e gradualmente di piccoli cambiamenti che ci possono o potranno essere nella sua quotidianità. Ad esempio, le va spiegato, mostrato fisicamente, se e come ci saranno dei cambiamenti, con semplicità, senza ansie o eccessive preoccupazioni.
Gli atteggiamenti altalenanti della bambina nei confronti del suo compagno possono derivare dal fatto che fino ad ora, agli occhi della bimba, nessuno aveva mai prima occupato un posto a fianco della sua mamma, un posto ben preciso (uno spazio a tavola, sul divano di casa, sull'auto...) e la bimba vuole capire, mettere alla prova, cercare conferme che il suo posto, nella vita della mamma, è rimasto intatto...
Capisce quello che intendo dire? Perciò, torno a ribadire, rassicuri molto la bambina, le parli delle piccole novità con naturalezza, con calma, per gradi...vedrà che la bambina esplorerà il mondo esterno con curiosità, con entusiasmo e accetterà di buon grado una quotidianità arricchita dalla presenza di questa persona, una persona che quindi c'è fisicamente, e non in modo altalenante, una persona che la bambina impara a conoscere bene proprio perchè può relazionarsi in modo stabile con lui.

Le mando cari auguri per i suoi progetti!

 


copyright © Educare.it - Anno IX, Numero 10, Settembre 2009

sostieni Educare.it visitando gli sponsor!
© Norme sul copyright
Educare.it è una rivista registrata al Tribunale di Verona il 21/11/2000 al n. 1418. Direttore Responsabile: Luciano Pasqualotto.
I contenuti sono distribuiti con licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Unported.
Se vuoi citare questo articolo o un articolo di questa sezione, leggi le istruzioni su questa pagina.
E' consentito riprodurre articoli di Educare.it esclusivamente alle presenti condizioni. Ogni abuso sarà perseguito nei termini di Legge.

I cookie sono necessari per il pieno utilizzo dei servizi offerti su Educare.it, comprese le funzionalità implementate attraverso terze parti.
Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookie.
In alternativa puoi visionare l'informativa che spiega come disattivare i cookie.