Main menu
sostieni_educareit

La salute mentale dello sportivo: il ruolo psicoeducativo dell'allenatore

imgGli sportivi che hanno raggiunto delle notevoli performance, sia negli sport individuali che in quelli di squadra, sono sottoposti ad una serie di sollecitazioni psichiche che, sovente, incrementano il livello di stress e ciò può determinare la comparsa di disturbi psicologici. Nonostante questo, gli allenatori, nella maggior parte dei casi, posseggono una scarsa conoscenza della salute mentale nello sport. Nello specifico, non conoscono le strategie utili per prevenire l’insorgenza di tali patologie e, soprattutto, hanno un’inadeguata competenza nell’individuare i primi segni di una malattia psicologica in un atleta.

Partendo da questo presupposto, uno studio svolto dai ricercatori australiani (Università di Canberra - Istituto Australiano dello Sport) ha voluto indagare, dapprima, e implementare, successivamente, le competenze di 166 allenatori, che seguivano sportivi di alto livello, sulla salute mentale e sulle strategie necessarie per mantenere il benessere psichico.

Per loro è stato organizzato un breve corso di formazione sulle tematiche summenzionate. I ricercatori hanno analizzato, poi, le ripercussioni che tale evento formativo ha avuto sulla quotidianità lavorativa degli allenatori. Nello specifico, i partecipanti alla formazione hanno incrementato le loro conoscenze sulla sintomatologia dei principali disturbi psicologici - psichiatrici e sono diventati esperti nell’adozione di strategie finalizzate a prevenire il disagio psicologico.

In conclusione, sono sufficienti dei brevi interventi formativi per implementare negli allenatori l’alfabetizzazione psicologica - psichiatrica e la padronanza di quelle abilità che consentono di adottare dei comportamenti virtuosi nell’ambito del mantenimento della salute mentale di atleti dalle alte prestazioni. Inoltre, questa formazione ha un altro vantaggio, ovvero l’allenatore ha gli strumenti per distinguere i segni precoci di un disturbo psicologico, in modo da suggerire tempestivamente allo sportivo di intraprendere un percorso terapeutico adeguato per evitare che il suo disagio si rifletta sulle performance e sul clima dell’intera squadra.

Fonte: Sebbens, J., Hassmén, P., Crisp, D., Wensley, K. (2016). Mental Health in Sport (MHS): Improving the early intervention knowledge and confidence of elite sport staff. Front. Psychol., 7:911. DOI: 10.3389/fpsyg.2016.00911

sostieni Educare.it visitando gli sponsor!

I contenuti provenienti da fonti esterne ad Educare.it sono di proprietà degli autori o editori che li hanno pubblicati.
Eventuali loghi e marchi presenti sotto varie forme in questo sito sono di proprietà dei rispettivi titolari.

I cookie sono necessari per il pieno utilizzo dei servizi offerti su Educare.it, comprese le funzionalità implementate attraverso terze parti.
Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookie.
In alternativa puoi visionare l'informativa che spiega come disattivare i cookie.