Main menu
sostieni_educareit

Effetti della legalizzazione della cannabis negli USA

imgNegli USA la legalizzazione della marijuana è riuscita laddove mezzo secolo di proibizionismo aveva sempre fallito. Il sì alla cannabis di gran parte degli stati americani ha infatti ridotto di molto i profitti dei cartelli della droga messicani. Come confermano  gli ultimi dati della BorderPatrol, la polizia di frontiera yankee, che parlano di “livello più basso mai registrato da almeno 10 anni” dei sequestri di droga al confine con il Messico: 680 tonnellate nel 2015 contro le 1800 del 2009.

La fine del proibizionismo ha messo in ginocchio il big business tra piccoli produttori di erba e grandi boss del crimine. “Se gli Stati Uniti continuano con la legalizzazione, siamo destinati al fallimento – ha spiegato a NPR news un coltivatore di marijuana, visto che  “mentre nel 2012 un chilo di marijuana veniva venduto tra 60 e  90 dollari, nel giro degli ultimi  2-3 anni il prezzo è crollato a meno di 30”.

Ma legalizzare significa aumentarne il consumo tra gli adolescenti? Secondo l’ultima indagine del Dipartimento per la Salute Pubblica e l’Ambiente del Colorado la risposta è no. Perché, intervistando un campione di quasi 20.000 studenti delle scuole medie e superiori dello stato è emerso che nel 2009, prima della legalizzazione, il 25 % dei ragazzi dichiarava di aver fatto uso di cannabis contro il 21% nel 2015. Insomma, le percentuali dell’uso di marijuana tra gli adolescenti sono diminuite da quando è stata votata la sua legalizzazione a scopo ricreativo.

Fonte: West, 29/07/2016

sostieni Educare.it visitando gli sponsor!

I contenuti provenienti da fonti esterne ad Educare.it sono di proprietà degli autori o editori che li hanno pubblicati.
Eventuali loghi e marchi presenti sotto varie forme in questo sito sono di proprietà dei rispettivi titolari.

I cookie sono necessari per il pieno utilizzo dei servizi offerti su Educare.it, comprese le funzionalità implementate attraverso terze parti.
Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookie.
In alternativa puoi visionare l'informativa che spiega come disattivare i cookie.