Main menu
sostieni_educareit

La rabbia nei giovani

imgLa rabbia e' un sentimento che, soprattutto nei giovani, rappresenta un fattore di rischio latente, l'anticamera di comportamenti aggressivi che spesso sfociano nella prevaricazione e nel bullismo. Nell'era digitale, dove la connessione ha determinato la contrazione del tempo e dello spazio, i ragazzi non sono più in grado di stare soli, come sostiene lo psichiatra Tonioni dirigente dell'unità di psichiatria del Policlinico Gemelli. Per Tonioni questa energia interna e' un'emozione che i giovani non riescono a definire e a gestire.

In questo contesto è necessario che i genitori e gli adulti sappiano accompagnare e canalizzare questa energia e soprattutto evitare di esserne coinvolti mostrando paura e ansia. Le nuove dipendenze come il "gaming compulsivo" viene definito dallo psichiatra un "detonatore della rabbia", un elemento cioè che contribuisce ad alimentare e a stabilizzare questo sentimento.

Per lo psicoterapeuta Federico Bianchi di Castelbianco la violenza e l'aggressività tra i ragazzi si manifestano anche con comportamenti di bullismo. Egli sostiene che e' necessario comprendere e conoscere i meccanismi interni che portano all'aggressività evitando di imporre regole dall'alto ma facendo in modo che i ragazzi stessi siano attori del cambiamento con percorsi di lavori socialmente utili. Nel numero monotematico dell'agenzia DIRE : "la rabbia giovane" tutti gli operatori del settore psicologico, neuropsichiatri  e pediatrico sono d'accordo per mettere in atto una sinergia di interventi mirati a rilevare i primi sintomi della rabbia repressa, un malessere pervasivo dell'intera società che nei più giovani rappresenta un indice di aggressività molto preoccupante. 

sostieni Educare.it visitando gli sponsor!

I contenuti provenienti da fonti esterne ad Educare.it sono di proprietà degli autori o editori che li hanno pubblicati.
Eventuali loghi e marchi presenti sotto varie forme in questo sito sono di proprietà dei rispettivi titolari.

I cookie sono necessari per il pieno utilizzo dei servizi offerti su Educare.it, comprese le funzionalità implementate attraverso terze parti.
Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookie.
In alternativa puoi visionare l'informativa che spiega come disattivare i cookie.