Main menu
sostieni_educareit

I benefici della lettura secondo le neuroscienze

Print Friendly, PDF & Email

leggereLeggere un buon libro porta con sé una serie infinita di vantaggi mentali: genera empatia, riduce lo stress, previene l’ansia, concilia il sonno. Leggendo impariamo parole nuove, nuove espressioni, conosciamo fatti e accadimenti, colleghiamo aneddoti e fasi della nostra vita. Leggendo si apre un mondo davanti a noi, si dispiegano prospettive e visioni sconosciute, si vola alto e si torna coi piedi a terra, saldati molto più di prima. E poi, secondo le neuroscienze, leggere non solo riempie il nostro cervello di informazioni, ma lo fa anche funzionare meglio.

Secondo una ricerca pubblicata su Social Science & Medicine, i lettori – indipendentemente dal sesso e dagli stili di vita condotti – vivono due anni in più, rispetto a chi non sfoglia mai una pagina. uno studio pubblicato sulla rivista Brain Connectivity spiega come leggere aumenti la connettività delle diverse aree cerebrali tra cui quelle associate all’elaborazione linguistica e alla risposta sensoriale primaria (che aiuta a comprendere e visualizzare il movimento). La cosa interessante è che questa attivazione non si ferma lì, chiuso il libro, ma – secondo il neuroscienziato Gregory Berns – rimane “quasi come una memoria muscolare”.

Fonte: GreenMe.it, 22/11/2021

sostieni Educare.it visitando gli sponsor!

I contenuti provenienti da fonti esterne ad Educare.it sono di proprietà degli autori o editori che li hanno pubblicati.
Eventuali loghi e marchi presenti sotto varie forme in questo sito sono di proprietà dei rispettivi titolari.

I cookie sono necessari per il pieno utilizzo dei servizi offerti su Educare.it, comprese le funzionalità implementate attraverso terze parti.
Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookie.
In alternativa puoi visionare l'informativa che spiega come disattivare i cookie.