Main menu
sostieni_educareit

Le tecnologie dell’informazione in Educazione Fisica

TICL'uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) nell'istruzione sta rivoluzionando le caratteristiche del processo di insegnamento-apprendimento (Colás e De Pablos, 2004). Le tecnologie, in particolare, influiscono nella costruzione collaborativa della conoscenza, nel problem solving, in presenza di gruppi-classe eterogenei (età, genere, origine etnica), e favoriscono la flessibilità necessaria alle esigenze diverse e sempre più complesse degli alunni. Anche in Educazione Fisica le TIC sono considerate una risorsa preziosa di supporto didattico (Lleixà, 2003, 2000) e, come sostiene Guardia (2002), uno strumento in grado di integrare nuove modalità di conoscenza a beneficio di studenti ed insegnanti. Dopo una definizione dello scenario culturale e pedagogico, l’articolo si sofferma sulle possibili applicazioni delle TIC nella didattica dell’Educazione Fisica.

 

Introduzione

Secondo Marquès (2000b) le tecnologie dell'informazione e della comunicazione riguardano l’informatica, le telecomunicazioni e internet, la multimedialità. Si tratta di prodotti che stanno producendo un grande cambiamento sociale e la scuola dovrebbe essere capace di utilizzarli poiché rappresentano una realtà altamente caratterizzante dell’epoca in cui viviamo (Garcìa, 2005). Ma non sembra essere così: molti insegnanti necessitano di una "alfabetizzazione digitale", altri di un aggiornamento didattico per padroneggiare ed integrare i nuovi media nella loro pratica di insegnamento (Marquès, 2012, 2000a). Alcuni ravvisano il pericolo, nell'uso generalizzato delle nuove tecnologie nell'istruzione scolastica, che non si arrivi ad un vero e proprio cambiamento di paradigma nel processo di apprendimento, ma solo ad un cambio di strumenti (Sarramona, 2002).  Aviram (2002) identifica tre possibili scenari in relazione all’uso delle TIC nel settore dell’istruzione:

- Scenario tecnocrate: le scuole operano un semplice adattamento, facendo piccole integrazioni, dapprima attraverso l'introduzione della "alfabetizzazione digitale" degli studenti nel curriculum (apprendimento delle TIC) e poi utilizzando progressivamente le TIC come strumento per la produttività.

- Scenario riformista: accertati i livelli di integrazione di cui sopra, vengono introdotti nuovi metodi di insegnamento/apprendimento costruttivi che contemplano l'uso delle TIC come strumento per svolgere attività interdisciplinari e collaborative. In questo visione, l'apprendimento cessa di essere considerato come l'acquisizione di conoscenze da parte di individui per essere riconosciuto come un processo di partecipazione sociale (Gros, 2004, 2002).

- Scenario olistico: le scuole organizzano una profonda ristrutturazione di tutti i loro elementi, orientando il processo di insegnamento-apprendimento nella direzione student/learning centered (oggi ancora molto teacher centered), al fine di rendere gli studenti protagonisti del loro apprendimento e più consapevoli di ciò che imparano. Le TIC sono adottate a servizio di tale impostazione.

sostieni_educareit

L'articolo completo in italiano è disponibile in allegato per gli abbonati.

Autore: Carmelo Munafò è dottore di ricerca in Pedagogia Speciale, Didattica e Ricerca Educativa. Docente di Scienze Motorie e Sportive presso le Scuole Statali di 1° e 2° grado.

copyright © Educare.it - Anno XX, N. 1, Gennaio 2020
sostieni Educare.it visitando gli sponsor!
© Norme sul copyright
Educare.it è una rivista registrata al Tribunale di Verona il 21/11/2000 al n. 1418. Direttore Responsabile: Luciano Pasqualotto.
I contenuti sono distribuiti con licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Unported.
Se vuoi citare questo articolo o un articolo di questa sezione, leggi le istruzioni su questa pagina.
E' consentito riprodurre articoli di Educare.it esclusivamente alle presenti condizioni. Ogni abuso sarà perseguito nei termini di Legge.

I cookie sono necessari per il pieno utilizzo dei servizi offerti su Educare.it, comprese le funzionalità implementate attraverso terze parti.
Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookie.
In alternativa puoi visionare l'informativa che spiega come disattivare i cookie.