Main menu
sostieni_educareit

La generazione Z, sempre connessa sul web

imgIl 17% dei ragazzi italiani rimane connesso su Internet tra le 5 e le 10 ore al giorno e una percentuale analoga non si stacca mai dal web. I giovanissimi sono i più predisposti a diventare dipendenti dalla Rete. Il 6% di loro è a rischio vamping, visto che chattano anche di notte. Poi ci sono quelli che lo fanno ogni volta che possono, anche quando è vietato, come a scuola (il 26% circa).

Temono il cyberbullismo, ma tanti sottovalutano il fenomeno, tanto che solo l’8% ammette di aver intenzionalmente vessato un coetaneo, mentre 1 su 10 banalizza il proprio comportamento come semplice scherzo. È quanto emerge da un’indagine realizzata, per Generazioni Connesse, da Skuola.net e dall’Università degli Studi di Firenze sulla cosiddetta Generazione Z (ovvero i nati tra il 1996 e il 2010), in occasione dell’edizione 2016 del Safer Internet Day (9 febbbraio). La Giornata per la sicurezza in Rete promossa dalla Commissione Europea, che quest’anno ha avuto come slogan: “Play your part for a better Internet!”.

 

sostieni Educare.it visitando gli sponsor!

I contenuti provenienti da fonti esterne ad Educare.it sono di proprietà degli autori o editori che li hanno pubblicati.
Eventuali loghi e marchi presenti sotto varie forme in questo sito sono di proprietà dei rispettivi titolari.

I cookie sono necessari per il pieno utilizzo dei servizi offerti su Educare.it, comprese le funzionalità implementate attraverso terze parti.
Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookie.
In alternativa puoi visionare l'informativa che spiega come disattivare i cookie.