Educare.it - Rivista open access sui temi dell'educazione - Anno XXIV, n. 2 - Febbraio 2024

Il gregge e l'immunità

ci trattano da pecoreLa pandemia è diventata ormai una sorta di arca di Noè sulla quale tutti vorrebbero trovare lo spazio ideale per salvarsi dalle acque tumultuose di un diluvio annunciato. La parola vaccino sembra una password comune a tutti, un magico e unico mezzo di indagine e comprensione di tutti i mali del mondo, un percorso obbligato di rendenzione e salvezza. Le parole di questo tempo hanno trasformato la scienza in pane quotidiano da consumare ormai senza stimoli invitanti, messaggi di una informazione unidirezionale tesa a distribuire divieti e piccole libertà sotto l'insegna di camaleontiche trasformazioni che dipingono i confini di una precarietà ormai radicata e vissuta senza più stimoli ed emozioni.

Leggi tutto …

La cura dell'anima. Un pensiero a Franco Battiato

battiatoAd ognuno di noi è destinato un tempo reale, un percorso di vita terrena più o meno accidentato nel quale, nel bene e nel male, lasciamo una traccia: ricordi, parole non dette che il tempo restituisce sempre come àncore di approdo sulla terraferma. Lo spazio e il tempo non sono mai concetti astratti se riescono a esprimere pensieri, sentimenti ed emozioni, ciò che abbiamo vissuto e che ha modellato e orientato la ricerca di un obiettivo, uno scopo in grado di appagare e trasformare, anche solo per un attimo, la realtà. Quello che manca in questo periodo storico è il rimedio, la cura per i mali dell'anima, il faro che possa indicare la rotta da seguire, la luce dalla quale trovare conforto e nella quale immergere, come un atto catartico, l'ansia e l'urgenza di una realtà aliena e oscura.

Leggi tutto …

Brainstorming di Natale

nataleA volte mio figlio, ormai quarantenne, mi chiede: "Ti ricordi mamma?". Spesso non so rispondere perchè sono passati tanti anni, i ricordi sbiadiscono e la memoria tende ad allentare i legami con il tempo, gli eventi diventano a volte un muro fragile di contenimento, un argine agli stimoli e alle occasioni che il presente offre, spesso senza filtri e impedimenti. Eppure ogni tanto, ma soprattutto nella ricorrenza del Natale, come per incanto, tutto sembra riemergere dal passato, i ricordi diventano immagini vivide e colorate, spiragli dai quali la luce affiora e illumina i volti, gli oggetti, gli sguardi, i gesti...

Leggi tutto …

Ciao Willy

WillyUsare le parole per trasmettere un'emozione, un sentimento, un messaggio non è mai facile ma questo è l'unico strumento che ci consente di esserti vicino, di accoglierti ed amarti nella memoria collettiva. Sei stato un piccolo grande eroe dei nostri tempi, questi tempi malati di protagonismo ed eccessi, di apparenza e vanesia virtualità nei quali tutto e il contrario di tutto si ergono come simulacri di una cultura priva di contenuti, vuota di ideali, risorse ed obiettivi per un futuro diverso e migliore. Non siamo stati in grado di difenderti da una bruta e gratuita violenza, da una notte buia e ingrata nella quale la vita e la morte sono state oggetto di un gioco crudele che ha affermato la legge ingiusta del più forte. Il branco si è accanito contro di te, preda occasionale e vittima inconsapevole di un perverso gioco di potere e prepotenza senza uguali.

Leggi tutto …