Educare.it - Rivista open access sui temi dell'educazione - Anno XXIV, n. 2 - Febbraio 2024

Racconti

  • Scritto da Laura Cassone
  • Categoria: Racconti

Polvere di Stelle

illustrazione di Marika Monesi (marikamonesi@gmail.com)Camilla viveva in una piccola cittadina, dove tutti la conoscevano come una bimba molto timida, ma dolce e dalle maniere gentili. Amava ogni piccola cosa come vedere i fiori sbocciare in primavere e i passerotti volteggiare liberi nel cielo azzurro. I suoi grandi occhi blu si riempivano di stupore ed era capace di rimanere ad osservare con minuzia tale bellezza incantandosi a sorridere per ore.

Leggi tutto …

  • Scritto da Ilenia Bartolini
  • Categoria: Racconti

Uniti nel silenzio

sedia rotelle“Fai attenzione a quei libri! Sono antichissimi! Risalgono ai primi del 900! Contengono preziose testimonianze e foto delle prime ferrovie sorte nel centro Italia!” sussurrò Franco alla signorina Anna, sua arcigna e austera segretaria. Franco Bronti era il direttore di una delle più grandi biblioteche di Firenze; era alto, magro, capelli brezzolati, sguardo autoritario e dei baffetti appena accennati. Viveva con la sua famiglia in una splendida villetta, stile vittoriano, appena fuori dalla città.

Leggi tutto …

  • Scritto da Paola Tascione
  • Categoria: Racconti

Lucy la lucertola

Lucy la lucertolaQuesta è la storia di Lucy, una lucertolina verde e rossa, nata tra le pieghe di un muro, in una casa di campagna. Svelta e giocosa, Lucy passa tutto il tempo a rotolarsi tra i rossi chicchi d’uva, caduti dai grappoli più maturi della vigna.

E’ una vera birbantella! Le piace giocare e fare scherzi ai suoi due fratellini più grandi: Pupa e Paco. Pupa è verde e rosa, mentre Paco è verde e giallo.

Lucy adora tanto starsene al calduccio, infatti passa ore ed ore sotto il sole. Ha un posticino segreto dove si ferma spesso a riflettere: una grossa pietra piatta, nei pressi del ruscello.

Leggi tutto …

  • Scritto da Ilenia Bartolini
  • Categoria: Racconti

Il sogno di Annabelle

scritturaTanti anni fa, nei pressi di una piccola città del Nord dell’Alaska, tra le montagne, sorgeva un villaggio nascosto dietro una fitta boscaglia, così fitta che chiunque passasse nelle sue vicinanze non riusciva a scorgere altro che arbusti, rovi, cespugli di rose selvatiche e grandi alberi di querce.

Non era molto lontano dalla città; dalla strada principale si poteva raggiungere percorrendo per circa dieci chilometri un sentiero molto stretto che poche persone conoscevano. Poveri viandanti, vecchi pastori e uomini disperati lo avevano attraversato in cerca di fortuna; a distanza di tempo, il bosco sembrava quasi aver “risucchiato” quella parvenza di strada che consentiva l’accesso al villaggio, ed il sentiero era completamente ricoperto di rovi.

Leggi tutto …